Adele Ceraudo dona «La Donna Vitruviana scomposta» a Barcellona

Articolo del giornale Liberoquotidiano.es 20 dicembre 2019

https://www.liberoquotidiano.it/news/periscopio/13546638/periscopio-ivan-rota-eventi-vip-settimana-20-dicembre.html/7

“Dopo essere stata invitata a ottobre dalla Casa degli Italani a Barcellona, per una serata a lei dedicata, durante la quale è stato proiettato il cortometraggio «IO NON SONO PAZZA» , successivamente presentato al RIFF di Roma, e ha dialgato con la platea , raccontandosi e raccondo le sue opere, in particolare , la Donna Vitruviana scomposta,, che dopo Osaka in luglio, è stata riproposta in questa occasione , considerato che il 2019 è il 500esimo anno dalla morte di Leonardo da Vinci.


L’artista che si distingue per la sua tecnica unica e riconoscibile, il disegno con la penna Bic con la quale va oltre ogni immaginazione , e il suo impegno nel sociale, ha deciso di regalare questa sua opera alla Casa degli Italiani di Barcellona per lasciare un segno indelebile e visibile a tutti, l’opera è stata posizionata all’interno della sala principale , per ringraziare quanto questa istituzione è stata in grado di fare per tutti gli Italiani presenti da oltre un secolo a Barcellona.


La Casa degli Italiani è un’associazione benefico-culturale apolitica che da sempre ospita grandi artisti che vogliono condividere i loro percorsi con la comunità italiana di Barcellona. La Casa organizza nello storico palazzo di Pasaje Méndez Vigo numerose attività, soprattutto eventi culturali e sociali, ma non solo, sostiene anche le scuole italiane di Barcellona e aiuta i connazionali in difficoltà.


La storia della Casa degli Italiani inizia nel 1865, all’indomani dell’Unità d’Italia, quando un gruppo d’italiani emigrati a Barcellona fonda il 20 novembre, la Società Italiana di Beneficenza e Mutuo soccorso:
La relazione tra la Casa degli Italiani di Barcellona e le Scuole Italiane di Barcellona è un vincolo più che stretto, di fatti nel 1882, la Società di Beneficienza e Mutuo Soccorso (oggi La Casa degli Italiani) fondò le Scuole Italiane di Barcellona, che qualche decennio dopo vennero cedute allo Stato italiano, diventando così pubbliche. La sede delle Scuole è ancora oggi in edifici di proprietà della Casa degli Italiani di Barcellona.


La Casa Degli Italiani di Barcellona è considerata la più antica associazione d’italiani all’estero ancora in attività.

Sponsors

Panasonic Invest for children ValcoIberia Illy